Author: Giacomo Famigli

Giacomo Famigli è laureato in giurisprudenza alla Bocconi di Milano ed ha un master in scienze politiche alla Luiss di Roma e CIFE di Berlino e Nizza. Parla correntemente quattro lingue e si interessa principalmente di politica internazionale ed economia. Sta cercando di affermarsi come ricercatore e da Maggio 2021 presta servizio come volontario in Europa Verde.

Il cambiamento climatico esiste ed è fattuale. La temperatura della terra sta raggiungendo picchi di massima mai raggiunti ed ogni anno si aggiungono eventi quali siccità, piogge violente ed altre, che in precedenza erano solo occasionali. Insomma, qualcosa è cambiato e bisogna cercare le cause di tale cambiamento in modo tale da ritornare alla normalità precedente. Ovviamente, la ricerca scientifica è affidata a chi lo fa di professione, ma segue linee guida e finalità diverse da quelle della politica. La politica semplicemente sceglie, e lo fa per rappresentare e conseguire gli obiettivi cari alla propria popolazione. La scienza La ricerca…

Leggi tutto

La notizia è recente ed arriva durante gli incessanti tentativi del governo e dei suoi sostenitori di forzare la transizione energetica italiana indirizzandola verso il nucleare. Dopo decenni di inerzia nei confronti delle rinnovabili, la situazione in Ucraina, la dipendenza dal gas e petrolio russi e l’Italia che torna ad aprire gli impianti a carbone, il Giappone invece preferisce tentare di dominare la forza del mare a proprio favore. Il risultato è un nuovo impianto di produzione di energia rinnovabile cosiddetta mareomotrice. Consci dei pericoli associati alla produzione di energia nucleare (dopo l’incidente alla centrale di Fukushima), non solo per…

Leggi tutto

Si dice che è quando ci manca qualcosa che ci rendiamo conto dell’importanza della stessa. È in tali situazioni che si distingue il lungimirante da quello che vive alla giornata. Se vogliamo continuare a vivere bene, dobbiamo renderci conto dei nostri errori e delle contingenze attuali, per risolvere in anticipo i problemi prima che diventino più grandi di noi. Scriviamo oggi su un possibile problema del futuro, proprio in questo periodo in cui il livello del Po e la siccità hanno cominciato a gettare l’Italia in allarme, ed hanno costretto alcuni comuni a razionare l’acqua. Il razionamento dell’acqua ricorda anche il…

Leggi tutto

Il futuro è un concetto caro a tutti, soprattutto per coloro per cui lo stesso rappresenta ancora la maggior parte della propria vita. Per un giovane studente delle medie e superiori, la vita deve ancora arrivare nel pieno del godimento. Ciononostante, il giovane deve già porsi domande sul proprio futuro professionale, personale, ed oramai anche ambientale ed ecologico. Se infatti la prospettiva di vita è di 80 e più anni, coloro che sono ad oggi alle medie dovranno fare i conti con le prospettive apocalittiche proiettate per il 2100: innalzamento del livello del mare di 100 metri, desertificazione, riscaldamento globale,…

Leggi tutto

Abbiamo varie volte coperto il tema Assange, dalla sua storia alla nostra negligenza e inerzia quando finalmente oltre a parole abbiamo la possibilità di difendere i nostri principi democratici con le azioni.  Abbiamo oggi cattive notizie per coloro che speravano nella passione storica degli inglesi per la democrazia. L’estradizione La Ministra degli Interni Britannica, Priti Patel, ha infatti approvato la richiesta degli Stati Uniti per l’estradizione di Julian Assange sulla base di una legge anti-spionaggio statunitense del 1917. La notizia non coglie totalmente di sorpresa. La ministra è infatti già famosa nel Regno Unito per le proprie scelte politiche nei confronti…

Leggi tutto

La lobby del fossile all’attacco Qualche giorno fa, abbiamo esultato insieme a voi per il voto del parlamento europeo che rigettava l’emendamento delle lobby del fossile e dell’industria automobilistica, e confermava il blocco dal 2035 delle vendite di auto a motore endotermico (benzina, diesel e gpl). È importante però considerare anche quante insidie ci fossero dietro quel voto, in modo anche da capire come procedere in futuro per portare avanti la tesi ecologica ed evitare gli ostacoli posti da coloro che hanno in mente solamente il profitto e lo sfruttamento delle risorse di questo pianeta. Pare cospirazione, ed invece la parola…

Leggi tutto

Dopo la notizia di qualche giorno fa sul raddoppio dell’uso di biciclette per il percorso casa-ufficio, una nuova buona notizia vi è sul graduale rimpiazzo del trasporto a carburante fossile. La plenaria dell’Europarlamento ha votato circa il blocco della vendita di motori endotermici (a benzina, diesel e gpl) dal 2035, con 339 voti a favore, 249 voti contro e 24 astenuti. Inoltre, è stato rigettato l’emendamento del Ppe che prevedeva la riduzione delle emissioni di anidride carbonica, portandolo dal 100% di riduzione al 90%. Unica eccezione per i produttori di nicchia, ossia quelle aziende che vendono fino a 10 mila…

Leggi tutto

Di questi tempi, tra benzina a 2€, bollette del gas e luce impazzite, emergenza sanitaria ed il disperato tentativo di indipendenza energetica, le persone cominciano a guardare ad alternative di spostamento. È appunto il caso dell’uso della bicicletta per il tragitto casa-ufficio, sul quale ANSA ha condotto un sondaggio: la bicicletta è dichiarata mezzo di trasporto preferito dal 4,4% delle persone, ossia due volte il risultato del 2019, che si attestava al 2%. Ovviamente i mezzi di trasporto più comuni rimangono l’auto e le moto, scelte dal 77% delle persone. Al secondo posto i mezzi pubblici totalizzano l’11,4% delle preferenze.…

Leggi tutto

Recentemente siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalle tante campagne di pulizia di spiagge, parchi e boschi. Sulle diverse piattaforme della rete, da Instagram a Facebook e YouTube, appaiono foto e video di volontari che liberano la natura da sacchi pieni di bottigliette di plastica, metalli e rifiuti di ogni genere. Anche le organizzazioni maggiori come il WWF e Legambiente hanno realizzato delle campagne di pulizia sotto slogan come #missionespiaggepulite e “Riprendiamoci la spiaggia”. Gli sforzi dei volontari hanno avuto molteplici effetti: hanno recuperato il panorama naturalistico, impedito ad animali ignari di nutrirsi di rifiuti, hanno ristabilito l’equilibrio dell’ecosistema. Inoltre, la pulizia…

Leggi tutto