Author: Felice Marino

Nasce a Napoli, ma vive a Milano. Laureato in Chimica Farmaceutica, dal 2015 è una guida turistica abilitata della Città metropolitana di Milano. È tra i co-fondatori dell'Associazione culturale Antares e dal 2019 è iscritto ai Verdi. Autore di sei saggi in self publishing e senza scopo di lucro, l'ultimo sugli alberi monumentali della città metropolitana di Milano.

Tecnicamente l’estate è già finita da un pezzo, ma le temperature di questo inizio ottobre ci dicono il contrario e da diversi giorni si sfiorano regolarmente i trenta gradi. Tutto in linea con le previsioni da tempo formulate dagli scienziati, concordi nel preannunciare inverni ridotti e più miti, con estati invece più lunghe e caratterizzate da forti ondate di calore, alluvioni ed eventi estremi. Non ci sono più le mezze stagioni Lo studio cinese pubblicato nel 2021 Changing Lengths of the Four Seasons by Global Warming diceva proprio questo, ponendo la questione di come sarebbero cambiate le stagioni nei prossimi…

Leggi tutto

Circa venti anni fa Martin Rees, il principe dell’astrofisica, pubblicò un saggio dal titolo piuttosto inquietante: Il secolo finale. Si tratta di un libro diviso in quattordici capitoli in cui l’eminente studioso inglese tratta scientificamente una serie di argomentazioni relative alla possibilità che la razza umana si estingua entro la fine del XXI secolo e con essa gran parte delle specie animali e vegetali. I maggiori rischi Gli scenari apocalittici secondo Rees sono purtroppo molteplici e possono seguire vie diverse, da quelle naturali a quelle legate alle attività umane. Tuttavia il rischio di collisioni di grandi asteroidi o di altre…

Leggi tutto

Noi tutti siamo convinti di essere razionali e le teorie economiche tradizionali si fondono su questo assunto, o meglio sull’idea che gli esseri umani facciano sempre scelte secondo il proprio vantaggio, in maniera utilitaristica e conservativa. Tuttavia qualche anno fa nel suo libro Prevedibilmente irrazionale Dan Ariely, docente universitario ed esperto di economia comportamentale, ha provato a ribaltare questa tesi offrendo i risultati di una serie di studi comportamentali da lui stesso effettuati. La teoria del confronto Lo studioso israelo-americano è convinto che raramente le persone scelgano le cose in termini assoluti. Mediamente mettiamo a fuoco il vantaggio relativo di…

Leggi tutto

Passeggiando per la villa reale di Milano alla scoperta dei capolavori della galleria d’arte moderna, capita di imbattersi uscendo dalla bella sala da pranzo in stile neoclassico in un paesaggio dalle tinte fosche. Il turbine di Fulvia Bisi Si tratta della rappresentazione di un turbine, reso attraverso rapide pennellate e lampi di colore. La potenza della natura emerge in maniera vibrante e coinvolgente, in assenza di una qualsivoglia presenza antropica. La protagonista del quadro è dunque la forza del rovescio atmosferico che sovrasta uno stagno, dal quale si leva uno stormo di uccelli. Lo sguardo dello spettatore si sofferma al…

Leggi tutto

Può capitare che la lettura di un libro cambi l’orientamento della vita di un uomo. Può capitare che la riscoperta di un libro perduto e “scomodo” indirizzi in maniera diversa addirittura un’intera epoca. È la tesi di un bellissimo testo di Stephen Greenblatt, Il Manoscritto, premio Pulitzer per la saggistica nel 2012. La trama Si tratta di una storia avvincente che si snoda nel basso Medioevo e che ha come protagonista Poggio Bracciolini, un umanista toscano vissuto tra la fine del Trecento e l’inizio del Quattrocento, che ebbe il grande merito di rimettere in circolazione, sottraendoli a secoli di oblio,…

Leggi tutto

Uno dei saggi più interessanti ed illuminanti degli ultimi mesi è dal mio punto di vista quello dedicato all’intelligenza artificiale a firma Henry Kissinger, Eric Schmidt e Daniel Huttenlocher. I rischi L’ex segretario di stato americano, l’ex amministratore delegato di Google e il decano del Massachusetts Institute of Technology descrivono in maniera esaustiva la storia di questa tecnologia, le sue potenzialità, i non trascurabili rischi. Si tratta, è bene dirlo subito, di una questione attualissima e molto concreta, visto che l’intelligenza artificiale senza che ce ne rendiamo conto è già presente nelle nostre vite. Il senso più intimo del testo…

Leggi tutto

L’attuale emergenza climatica si sta traducendo e si tradurrà sempre più in eventi atmosferici estremi, che si accompagnano a danni molto ingenti sia dal punto di vista economico che a livello più generale. L’Italia da questo punto di vista è particolarmente esposta sia per motivi strutturali che per una reiterata cattiva gestione, ma a ben vedere si tratta di un’emergenza, quella legata al dissesto idrogeologico, che non è nuova per il nostro Paese e che nei prossimi anni è destinata evidentemente ad acuirsi senza decisi interventi strutturali e senza soprattutto una piena presa di coscienza della gravità della situazione. A…

Leggi tutto

In passato mi sono occupato della piccola glaciazione occorsa tra il 1330 e il 1880 e delle conseguenze che ne derivarono. Gli esperti definiscono quel periodo climatico un Bond 0, dal nome dello scienziato Gerard C. Bond che pubblicò a fine anni Novanta un interessante studio riferito a tale schema, individuando almeno altri otto periodi simili andando a ritroso nel tempo. Si tratta, val la pena ricordarlo, di periodi ciclici con intervalli di circa 1300/1500 anni caratterizzati da un brusco raffreddamento delle temperature, presumibilmente dovuto all’attività solare. Ebbene il Bond 1, cioè quello precedente l’ultimo periodo ciclico preso in considerazione…

Leggi tutto

A fine 2018 fece scalpore l’accordo tra un’importante associazione di medici di Montreal e il locale Museo di Belle Arti. In uno dei paesi con la qualità della vita più alta al mondo, dove c’è la massima attenzione alla salute dei cittadini, fu inaugurata una via originale al benessere, una via seguita successivamente da altri soggetti che ne hanno indagato le potenzialità aprendo una riflessione più generale su ciò di cui abbiamo realmente bisogno. La terapia dell’arte Nella città più rappresentativa del Quebec fu deciso infatti che le persone affette da una serie di malattie, dal diabete alla depressione, potessero…

Leggi tutto