Author: Federico Vetrugno

Laureato in Studi Geopolitici e internazionali presso l'Università del Salento. Aspirante docente di Diritto ed Economia. Segue da sempre la politica con un interesse particolare sui temi ambientali.

L’aumento globale delle temperature e il riscaldamento dei mari sono una minaccia per la salute, la distribuzione e l’abbondanza di molte specie che abitano gli ecosistemi marini. Tra questi, le barriere coralline dell’Indo-Pacifico rischiano di subire nel corso del 2024 uno sbiancamento e una mortalità di massa senza precedenti. La barriera corallina è sottoposta a numerose fonti di stress Il fenomeno del coral bleaching, ossia sbiancamento dei coralli, è storicamente recente essendo stato osservato per la prima volta negli anni ottanta. In un articolo pubblicato sulla rivista Science, ricercatori statunitensi e australiani hanno affermato che, osservando lo storico dei dati…

Leggi tutto

L’insicurezza alimentare e la cattiva alimentazione sono due fenomeni in crescita negli ultimi anni. La povertà alimentare in Italia è riconducibile principalmente allo scarso accesso economico al cibo, un fattore che è andato aggravandosi a causa della minore capacità di spesa delle famiglie provocata dall’inflazione e dalla contrazione dei redditi. È di conseguenza aumentato il numero di italiani che accedono ad aiuti alimentari. Da questa situazione critica, però, potrebbe nascere un nuovo welfare alimentare che sia anche sostenibile. Gli italiani in una situazione di insicurezza alimentare sono 3,4 milioni La definizione di sicurezza alimentare comunemente accettata a livello internazionale è…

Leggi tutto

La Commissione Europea non mantiene le promesse nei confronti di animali e cittadini. Dopo una serie di ripetuti rinvii, la Commissione uscente non modificherà la legislazione sul benessere degli animali. Si va verso un’azione legale da parte dei membri del movimento End the Cage Age, che si batte per eliminare l’uso delle gabbie negli allevamenti. Dopo la promessa arriva la beffa per oltre 300 milioni di animali Era il 2018 quando sette cittadini europei, provenienti da Italia, Francia, Grecia, Germania, Polonia, Paesi Bassi e Repubblica Ceca promossero l’Iniziativa dei cittadini europei (ICE) denominata “End the Cage Age” con il sostegno…

Leggi tutto

Lo stato di salute del Servizio Sanitario Nazionale italiano è preoccupante e la manutenzione ordinaria non basta più.  La politica deve scegliere se avviare una stagione di riforme e investimenti in grado di permettere alla sanità pubblica di adempiere alla sua missione originaria sancita dalla Costituzione o ammetterne l’insostenibilità e governare un non auspicabile processo di trasparente privatizzazione. L’allarme è stato dal 6° Rapporto GIMBE sul Servizio Sanitario Nazionale. La sanità pubblica è stata usata come bancomat da tutti i governi L’articolo 32 della Costituzione italiana afferma che la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della…

Leggi tutto

Gli Stati membri dell’UE non sono riusciti a prendere una decisione sulla proposta della Commissione Europea di consentire l’uso del glifosato per altri dieci anni. Il Comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi non ha raggiunto una maggioranza qualificata per accettare o respingere il testo della Commissione. L’Italia ha votato a favore, critici gli ecologisti. Nessuna maggioranza e la decisione sul glifosato slitta a novembre Il glifosato è il principio attivo degli erbicidi più utilizzati al mondo e il suo utilizzo nella natura, incluse le aree urbane, genera da sempre un ampio e duro dibattito…

Leggi tutto

Il verde urbano può migliorare la vita delle persone solo se concepito non più come decoro o semplice riempitivo, ma come vera e propria infrastruttura strategica per la sostenibilità e la qualità della vita nelle città.  Le numerose ricerche scientifiche sulla relazione tra spazi verdi, qualità della vita e mortalità nelle aree urbane devono portare a un cambio radicale di prospettiva, avverte il WWF. Gli spazi verdi possono curare i mali delle città Il dossier “Persone città e natura. Rinnovare l’ambiente urbano e migliorare la nostra salute” è stato pubblicato dal WWF in occasione dell’iniziativa di Urban Nature che punta…

Leggi tutto

Il Parlamento europeo ha approvato un pacchetto di misure per incentivare la crescita delle energie rinnovabili che dovranno rappresentare il 42,5% dei consumi dell’UE entro il 2030. L’impegno ambizioso è di arrivare al 45%, attraverso la semplificazione delle procedure per la costruzione di nuovi impianti di energia rinnovabile e per l’adeguamento di quelli esistenti. Ampia maggioranza in UE per le nuove norme RefuelEU Un’attenzione particolare è stata dedicata al settore dei trasporti, dove si stima che la diffusione delle rinnovabili porterà a una riduzione del 14.5% delle emissioni di gas serra entro il 2030, grazie all’utilizzo di biocarburanti avanzati e…

Leggi tutto

Agricoltura biologica in crescita Il biologico italiano continua a crescere registrando numeri positivi in termini di vendite sul mercato interno, export ed estensione delle superfici agricole. Si tratta di un importante segnale di vivacità economica per un settore condizionato da inflazione e crisi non solo energetica, ma anche climatica. Le superfici bio italiane hanno raggiunto i 2,3 milioni di ettari con una percentuale record sul totale dei terreni coltivati del 19%, contro una media europea ferma al 12%. Sono numeri che rendono l’Italia leader in Europa e molto vicina al target 25% di superfici investite in bio come indicato dalla…

Leggi tutto

L’Organizzazione delle Nazioni Unite ha adottato il primo trattato internazionale per la protezione dell’alto mare, ossia delle acque che non ricadono nelle giurisdizioni nazionali e che costituiscono oltre il 60% degli oceani del mondo. L’obiettivo è tutelare l’enorme biodiversità marina che, ospitata nelle acque internazionali, è rimasta finora esclusa da ogni forma di protezione. L’approvazione finale dell’accordo, raggiunto lo scorso marzo, da parte dell’Assemblea Generale dell’Onu è un passaggio storico che arriva dopo quasi due decenni di lunghi negoziati. Il trattato permetterà di avere nuovi strumenti giuridici utili a estendere le aree di protezione ambientale alle acque internazionali che, ricordiamolo,…

Leggi tutto