Author: Domenico Belli

Appassionato del mondo dell’energia e della mobilità sostenibile, è consulente legale del Ministero dell’Ambiente in materia di fonti rinnovabili ed Emission Trading Scheme dal 2015. Ha lavorato in Greenpeace Italia come Responsabile della Campagna nazionale Clima ed Energia e supportato amministrazioni pubbliche nazionali e locali nel campo delle politiche energetiche.

Che la mobilità intesa come insieme degli strumenti per lo spostamento delle persone da un punto fisico “X” a un punto fisico “Y” sia in profonda e rapida trasformazione a livello planetario, è un fatto oramai incontrovertibile. Obbligate dalle decisioni governative internazionali conseguenti all’emergenza climatica e da una accresciuta sensibilità ambientale, praticamente tutte le aziende automobilistiche hanno attivato programmi, più o meno ambiziosi, di conversione dalla mobilità termica tradizionale a quella elettrica e/o idrogeno, in ogni caso senza emissioni nel ciclo dell’utilizzo. Fino a poco tempo fa questo processo sembrava inarrestabile e privo di dubbi, nonostante qualche sporadica voce ancora…

Leggi tutto

I dati sulle vendite di automobili elettriche del mese di luglio 2022 ci confermano un paio di trend che si stanno sempre più consolidando a livello globale. Da un lato infatti, continua la crescita inesorabile delle auto con una qualche propulsione elettrica, escludendo le full e le mild hybrid, giunte al 14% del totale dei veicoli venduti nel mese, con una netta prevalenza delle auto pure elettriche, che coprono il 10% del mercato, e un ridimensionamento delle plug-in, ferme al 4%. I marchi Altra considerazione è il crescente ruolo dei marchi cinesi, oramai presenti non solo nell’enorme mercato casalingo ma…

Leggi tutto

In termini di inquinamento atmosferico e consumo di carburante, sostituire un autobus alimentato da un motore diesel di vecchia generazione con un mezzo elettrico equivale a togliere dalla strada più o meno 40 automobili alimentate a gasolio e dall’aria che respiriamo quantità importanti di particolato e tante altre sostanze dannose per i nostri polmoni. Ecco perché la notizia del vigoroso aumento delle vendite di autobus elettrici in Europa nel 2021, con un aumento del 48% rispetto al 2020, ci lascia sperare in un prossimo boom delle vendite così come accaduto per il mercato dell’auto elettrica, cresciuto in maniera esponenziale nel…

Leggi tutto

Gli italiano acquistano sempre più auto elettriche Il mese di dicembre 2021 ha confermato quanto nel corso dell’anno era sempre più divenuto chiaro: gli italiani si sono (finalmente) innamorati delle auto elettriche. In un mercato dell’automobile affondato dalla carenza internazionale di chip, che colpisce praticamente tutti i mercati mondiali, le auto elettriche a dicembre hanno coperto il 7% delle vendite mentre quelle ibride plug-in il 6,3%. Il totale fa un incoraggiate 13,3% delle automobili immesse sul mercato nazionale che sono spinte dall’elettricità. Se facciamo un bilancio annuale, sono state ben 136.854 le vetture elettrificate vendute in Italia nel 2021, il…

Leggi tutto

Il no del Fondo europeo per l’innovazione al progetto Eni  La notizia che il Fondo europeo per l’innovazione non finanzierà il progetto dell’Eni di cattura e stoccaggio della CO2 a Ravenna è di qualche giorno fa ma, stranamente, nessuno dei principali quotidiani nazionali ha ritenuto la cosa meritevole di risalto, magari per non irritare uno dei principali clienti nella raccolta della pubblicità. E’ da un po’ di tempo infatti, che la principale azienda energetica italiana cerca di trovare i fondi necessari ad attivare il progetto sperimentale da realizzare nell’alto Adriatico e, sfumata l’occasione europea, ecco che i lobbisti del cane…

Leggi tutto

Presentato il pacchetto “Fit for 55” Il 14 luglio 2021 resterà nella storia non soltanto per l’ennesimo anniversario della presa della Bastiglia in Francia ma anche perché in quella data l’Europa ha lanciato la sua sfida “definitiva” alle fonti fossili. L’obiettivo è quello più ambizioso possibile: costruire una società europea libera dalle tradizionali fonti energetiche fossili entro i prossimi 30 anni e ciò per evitare che i cambiamenti climatici in corso possano spazzare via l’organizzazione sociale umana così come la conosciamo. Il nome dato al pacchetto delle 13 grandi riforme legislative proposte dalla Commissione europea non è proprio dei più…

Leggi tutto

Crescono i veicoli immatricolati nel 2020 L’Italia, si sa, oltre a essere un Paese di Santi e navigatori, è anche un Paese di automobilisti incalliti. Ciò è dimostrato dalla enorme quantità di autoveicoli immatricolati e circolanti sull’immensa e capillare rete stradale, capace di portare l’automobilista fin nei più reconditi e incontaminati luoghi. Questa tendenza è talmente radicata che neanche la pandemia da Covid 19 è riuscita a invertire la rotta e a diminuire la quantità di veicoli presenti, come sancito dal Report dei giorni scorsi dell’ACI, l’Automobile Club Italiano, che ha sancito, anche nel pieno della pandemia, un aumento complessivo…

Leggi tutto

Uno spostamento innaturale Non passa praticamente giorno senza scoprire nuovi e sempre più inquietanti effetti dei cambiamenti climatici in corso sul Pianeta Terra ad opera dell’uomo. E’ di questi giorni ad esempio, la pubblicazione di uno studio sulla rivista Geophysical Research Letters ad opera di diversi scienziati e ricercatori cinesi e americani, che hanno accertato un rapido e “innaturale” spostamento dell’asse terrestre nel corso degli ultimi decenni. Nel corso della sua storia, la terra ha più volte visto modificare il proprio asse, quella linea immaginaria che unisce il Polo Nord e il Polo Sud, capace di influenzare direttamente e profondamente tutto…

Leggi tutto

L’abbandono delle auto inquinanti L’abbandono definitivo dei tradizionali motori endotermici sulle automobili, diesel e benzina per capirci, è oramai chiaro a tutti essere diventata una questione di “quando” e non più del “se”. Diversi Stati europei hanno già fissato delle date indicative a partire dalle quali sarà vietata la vendita di automobili che non siano emissioni zero. Norvegia e Olanda ad esempio, hanno fissato questa data al 2025, praticamente domani nell’orizzonte industriale; scelta facile per un Paese come la Norvegia dove già oggi su 100 auto vendute, ben 80 sono spinte da alimentazione elettrica, totale o parziale con le plug-in.…

Leggi tutto