Author: Claudio Garrone

Dottore in Scienze forestali, auditor ambientale, Corporate Social Responsability Manager. Già Responsabile Ufficio Forestale di FederlegnoArredo, è stato Direttore generale dell'Associazione Forestale Italiana. Svolge attività di project-management nell’ambito delle politiche forestali nazionali ed internazionali e dell’uso sostenibile della materia prima legno.

Ma davvero, c’è ancora chi crede che il clima non stia davvero cambiando? Sì. E c’è anche chi investe, lavora e spera, affinché questa opinione diventi una verità diffusa. “Negazionismo climatico e opposizione alle politiche energetiche verdi saranno al centro dei programmi di molti partiti di destra nelle elezioni europee del 2024. Non era certo prevedibile, prima della pandemia e della guerra in Ucraina, che l’UE rallentasse il suo cammino da apripista dell’abbandono dei fossili” afferma Mario Agostinelli, presidente dell’Associazione Laudato si’. Il percorso della decarbonizzazione sta incontrando ostacoli non previsti e, non tanto per la scontata ostilità delle “Big…

Leggi tutto

La “resa dei conti” con il clima è ormai in pieno corso su tutto il pianeta, come documentato dai dati incontestabili degli esperti dell’IPCC, oltre che dalle devastazioni e i danni visti o subìti direttamente nelle ultime settimane, in varie aree del Nord Italia. Eppure, proprio dopo i catastrofici eventi degli ultimi giorni legati agli eventi atmosferici estremi a causa del cambiamento climatico e dell’eccessiva cementificazione ed impermeabilizzazione dei suoli delle aree urbane (abbattimenti e sradicamenti di alberi, in primis), è necessario ribadire due concetti fondamentali: in primo luogo ridurre urgentemente e drasticamente le emissioni di gas ad effetto serra,…

Leggi tutto

Negli ultimi tempi, le persone in tutto il mondo stanno acquisendo maggiore consapevolezza climatica e quindi sono preoccupate per il futuro del pianeta e per gli eventi meteorologici estremi sempre più frequenti. Vi è un chiaro consenso sugli effetti fisici del cambiamento climatico, che riguardano l’uomo, la biodiversità e la Terra, ma le persone iniziano a comprendere anche l’impatto del cambiamento climatico sulla salute mentale. Le comunità che, già oggi, sono duramente colpite dalla crisi climatica, sperimentano veri e propri eventi traumatici (alluvioni, tempeste e altri eventi atmosferici estremi, sempre più frequenti), mentre le altre popolazioni sono colpite, magari, più…

Leggi tutto

Perchè continuiamo lo spreco di cibo e risorse alimentari nella nostra quotidianità? Il 47 % dei cittadini e delle cittadine italiani (quasi una persona su 2) ammettono di scordare spesso il cibo acquistato, mentre il 46% degli intervistati dall’Osservatorio Waste Watcher, sostiene che il cibo era reduce dal frigorifero dei negozi e, una volta a casa, è deperito in fretta. Un italiano su 3 (30%) confessa di calcolare male le quantità di cibo che servono in casa, ma anche (33%) di essere preoccupato di non avere abbastanza cibo a casa, quindi di esagerare negli acquisti. Questi semplici, ma significativi dati,…

Leggi tutto

Quali azioni, comportamenti alimentari e stili di vita possiamo adottare quotidianamente per ridurre lo spreco alimentare? Ecco, di seguito alcuni dati e alcuni strumenti da conoscere per agire in maniera sostenibile. Il Cross Country Report di Waste Watcher: Il “G8 dello spreco” Secondo la FAO, oltre un 1/3 del cibo prodotto al mondo va perso, partendo dall’intera catena di approvvigionamento alimentare: nell’azienda agricola, durante la trasformazione e la lavorazione, nei negozi, nei ristoranti e in ambito domestico. Ogni anno, nel mondo infatti, lo spreco di cibo è in media di 121 chilogrammi a persona. L’indagine internazionale condotta, da Waste Watcher…

Leggi tutto

Perché ci sono critiche al biglietto mensile da 9 euro Per nove euro è possibile utilizzare autobus, metropolitana e treni regionali in tutta la Germania per un mese. A prima vista, una cosa davvero fantastica. Ma perché ci sono così tante critiche? Il liberale (FDP) Volker Wissing, Ministro federale degli Affari digitali e dei Trasporti, ancora prima del lancio ufficiale del biglietto mensile, a sostegno dell’approvazione del Bundestag – senza voti contrari – del biglietto da 9 euro, lo descriveva come un’enorme opportunità: per le associazioni di trasporto di ispirare molti nuovi clienti con i loro servizi e di mostrare…

Leggi tutto

Il progetto 9 für 90 (9 per 90) 90 giorni di trasporto pubblico locale (ÖPNV-Öffentlicher Personennahverkehr) permetterà di comprare un abbonamento mensile per mezzi pubblici e treni regionali a 9 euro, da giugno 2022 ad agosto 2022. Ormai da più di due settimane, viaggiare in tutta la Germania a meno di dieci euro, è diventato realtà, grazie all’approvazione da parte del Governo e la ratifica del Consiglio Federale tedesco (Bundesrat) del biglietto mensile da 9 euro, come parte del pacchetto di sgravi energetici (es. lo sconto sulla benzina), del pacchetto di sgravi lanciato dal governo di coalizione in primavera, soprattutto…

Leggi tutto

Un recente studio condotto da 11 ricercatori di Enea – l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile – e pubblicato su ScienceDirect dell’editore olandese Elsevier, ha calcolato l’aumento del rischio di mortalità, collegato alle temperature e all’inquinamento: Roma e Milano fanno segnare, rispettivamente, il +8% e +6%. Morire per le alte temperature. Morire per l’inquinamento. Il rischio mortalità, per il 2050, è previsto in aumento a Roma e Milano, rispettivamente dell’8% e del 6%, proprio per effetto di una combinazione di temperature crescenti, dovute al cambiamento climatico, e della concentrazione di inquinanti nell’aria, come l’ozono…

Leggi tutto

È uscito il sesto report dell’IPCC sulle conseguenze della crisi climatica e sull’adattamento al riscaldamento globale. Ecco la prima parte della nostra analisi. Fino a 3,6 miliardi di persone vivono già in ambienti particolarmente vulnerabili al cambiamento climatico. Questo tragico ed allarmante dato è quanto di più preoccupante emerge dalla 2a parte del VI e ultimo rapporto di valutazione dell’IPCC “The Sixth Assessment Report, Climate Change 2022: Impacts, Adaptation and Vulnerability” (Assessment Report AR6), presentato ufficialmente lo scorso 28 febbraio (la prima parte di questo nuovo rapporto – riguardanete lo stato della scienza fisica del sistema e dei cambiamenti climatici,…

Leggi tutto