Author: Antonello Libonati

Laureato in Governo e controllo aziendale, nasce in Germania e chissà che non sia stato proprio questo ad aver determinato un crescente interesse nei confronti delle questioni ambientali. All'età di tre anni rientra in Italia, dove tuttora vive e lavora. Ritiene che sia giunto il momento di mobilitarsi affinché quella cultura green tedesca prenda forma e sostanza anche in Italia.

Un progetto in una regione altamente vulnerabile ai cambiamenti climatici L’Africa’s Great Green Wall Initiative è un progetto guidato dalla Commissione dell’Unione Africana e rappresenta una visione coraggiosa finalizzata a ripristinare 100 milioni di ettari di terreno degradato in tutto il continente africano entro il 2030. In una regione altamente vulnerabile ai cambiamenti climatici, alle prese con siccità, scarsità di risorse, conflitti e migrazioni, il ripristino del paesaggio su scala ridotta è urgente per contrastare la desertificazione e garantire i mezzi di sussistenza a una popolazione che dipende in larga misura dall’agricoltura. Negli ultimi 20 anni l’Africa occidentale ha perso…

Leggi tutto

Le B Corp sono aziende che si impegnano a rispettare i più alti standard di performance sociale e ambientale, trasparenza e responsabilità e che operano in modo tale da ottimizzare il loro impatto positivo verso i dipendenti, le comunità di riferimento e l’ambiente. I risultati vengono certificati dall’ente non profit B Lab, rappresentato in Italia da Nativa. L’Italia si sta dimostrando uno dei contesti più favorevoli per questa trasformazione culturale, anche grazie all’introduzione dello status giuridico delle società benefit: siamo stati il primo Paese al mondo, dopo gli Stati Uniti, ad approvare una legge ad hoc nel 2016. Le aziende,…

Leggi tutto

La tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi entra in Costituzione. L’Aula della Camera ha definitivamente approvato la proposta di legge costituzionale che modifica in tal senso due articoli della Carta, il 9 e il 41. Il testo, alla seconda lettura alla Camera, è passato ieri a Montecitorio con 468 voti a favore, un contrario e sei astenuti. Il Senato lo aveva approvato con la maggioranza dei due terzi lo scorso 3 novembre. Di conseguenza, entra subito in vigore e non è sottoponibile a referendum. Con questo voto storico l’Italia si allinea ad altri Paesi che già da anni prevedono…

Leggi tutto

L’eolico offshore al centro del piano per il clima statunitense Joe Biden ha un piano preciso, con una scadenza definita, per affrontare l’emergenza del riscaldamento globale: vuole raggiungere l’obiettivo “net-zero” entro il 2050, trasformando gli Stati Uniti in un Paese che potrebbe smettere di aggiungere nuovo inquinamento nell’atmosfera. La nuova spinta di questo ritrovato sostegno federale per l’energia eolica offshore, guidato dalla nuova Amministrazione Biden, vede la costa orientale degli Stati Uniti come centro nevralgico. Un’area marina vastissima, pronta ad ospitare turbine eoliche fissate a torri impiantate nel fondo dell’Atlantico. Alcuni progetti riguardano anche il Golfo del Messico, i grandi…

Leggi tutto

La fuga radioattiva In riferimento alla fuga radioattiva dell’impianto di Taishan un portavoce anonimo di EDF – Électricité de France S.A., la multinazionale francese di servizi elettrici nonché principale costruttore di centrali Oltralpe, in gran parte di proprietà dello Stato francese – avrebbe dichiarato all’agenzia di stampa AFP che “non siamo in uno scenario di incidente con un nucleo in fusione”, e che “non si tratterebbe di contaminazione, ma di emissioni controllate”. Lo stesso portavoce anonimo avrebbe anche confermato che il gas sia fuoriuscito a seguito del deterioramento del rivestimento su alcune delle barre di combustibile, i tubi di metallo…

Leggi tutto

Il reattore nucleare Natrium Bill Gates e Warren Buffett hanno annunciato l’avvio del progetto per la costruzione di un nuovo tipo di reattore nucleare nello stato americano del Wyoming. Il programma di investimenti, in quello che è il principale Stato produttore di carbone degli Stati Uniti fa capo alle compagnie elettriche TerraPower, fondata da Bill Gates 15 anni fa, e PacifiCorp, di proprietà della Berkshire Hathaway, di Warren Buffett che mercoledì scorso hanno confermato di aver scelto di Wyoming per lanciare il primo progetto di reattore nucleare “Natrium” sul sito di una centrale a carbone in disuso. “Pensiamo – ha…

Leggi tutto

Tredici anni fa l’inizio della battaglia ambientale Sono trascorsi oltre tredici anni da quando nel formaggio di Carmelo Ligorio – l’allevatore che aveva la sola colpa di far pascolare il proprio gregge intono all’Ilva – furono riscontrati 4,28 picogrammi di diossina per grammo di grasso, ben oltre il limite di legge fissato a 3. Talmente tanto veleno che “(…) se lo grattugiate in un campo, il terreno andrebbe bonificato”, spiegava all’epoca Alessandro Marescotti, il professore di filosofia che per primo, con l’aiuto dell’operaio dell’Ilva Piero Motolese, ebbe il coraggio di recarsi dall’allora Procuratore della Repubblica, Franco Sebastio, e consegnargli l’esito…

Leggi tutto

Le rinnovabili in Italia e in Europa Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano, un team composto da docenti e ricercatori del Dipartimento di Ingegneria Gestionale e che si avvale della collaborazione di altri Dipartimenti tra i cui quello del Dipartimento di Energia, il 27 maggio ha presentato il Renewable Energy Report 2021. Il focus del lavoro svolto ha riguardato, in particolare, il mercato delle rinnovabili che, a livello globale ed europeo, rappresenta un mercato in grandissima espansione con una crescita che non ha subìto alcuna flessione nemmeno nel corso del 2020. Con riferimento al comparto delle rinnovabili in…

Leggi tutto

I mini reattori nucleari Il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani ha rilasciato un’intervista a Il Foglio lo scorso 19 maggio nella quale, a proposito del nucleare, ha affermato che esiste un’opzione da sogno “(…) ancora lontana, che è quella del nucleare a fusione (…)” e che ne esiste un’altra più concreta “(…) che è quella che riguarda l’utilizzo dei mini reattori nucleari a fissione che sono quelli che vengono generalmente usati all’interno delle grandi navi, che producono poche scorie e che arrivano a produrre qualcosa come 300 MegaWatt”. Nella concezione del ministro, la soluzione dei mini reattori nucleari, con…

Leggi tutto