Author: Alessandro Polinori

Attivista LIPU sin dall'infanzia, sociologo dell'ambiente, è attualmente Vicepresidente di LIPU/BirdLife e Responsabile del Centro Habitat Mediterraneo LIPU di Ostia. Negli anni si è occupato di aree protette, tutela della biodiversità e rapporto tra uomini, animali e ambiente.

A rischio una specie su quattro Gli uccelli sono da sempre considerati degli ottimi bioindicatori, in grado di farci comprendere lo stato di salute dell’ambiente. Ciò premesso, è quindi facile comprendere quanto le informazioni contenute nella quarta edizione della Lista rossa degli uccelli nidificanti in Italia, curata da Ministero dell’Ambiente, Federparchi, Comitato italiano Iucn e Lipu, siano preziose per indirizzare le azioni di conservazione più efficaci, prevenire le estinzioni e conservare nel tempo il valore della biodiversità italiana. Dalla nuova lista emerge che, delle 278 specie prese in esame, quelle minacciate di estinzione sono attualmente 67 (diminuite rispetto alle 76…

Leggi tutto

La forma snella e slanciata, la coda sporgente, le ali lunghe e strette… è proprio lei, un esemplare di albanella minore (Circus pygargus), che sta scendendo in un campo di cereali! Scene come queste, da aprile ad agosto, rappresentano lo spettacolo quotidiano per i volontari Lipu impegnati nella tutela di quest’affascinante predatore. L’albanella minore è un rapace diurno, di taglia media che, trascorso l’inverno nell’Africa subsahariana, con la bella stagione raggiunge il suo ampio areale di nidificazione arrivando anche in Italia.  Non ama nidificare a quote elevate, predilige aree pianeggianti o comunque comprese entro i 500 metri di altitudine.  Caratteristica di…

Leggi tutto

L’incredibile pandemia che sta interessando la Terra, la più grande crisi planetaria dalla seconda guerra mondiale, ha evidenziato ancor di più quanto la tutela della biodiversità ed un corretto rapporto con la natura e gli animali siano determinanti anche per lo stato di salute degli esseri umani.  Da un lato, come emerso dalle ricerche compiute da molti scienziati, l’inquinamento risulterebbe giocare un ruolo importante nella diffusione del Covid-19 -o quanto meno nel determinarne conseguenze più gravi per la salute umana- mentre, come asserito anche dall’etologa e antropologa Jane Goodall, la pandemia ha le proprie radici nella distruzione della biodiversità (in…

Leggi tutto