A Borutta energia gratis per tutti

La comunità energetica di Borutta

A Borutta, un piccolissimo paese della provincia di Sassari, nell’area storica del Meilogu, è stata creata una delle pochissime comunità energetiche presenti nell’isola, che permette agli abitanti del borgo di avere a disposizione gratuitamente l’energia elettrica di cui hanno bisogno. Il tutto grazie al massiccio e continuo utilizzo delle fonti rinnovabili, in particolare di una pala eolica da 850 chilowatt e l’installazione di impianti fotovoltaici sugli edifici, come il palazzo comunale, le strutture sportive, le scuole, il centro polifunzionale, il museo all’illuminazione pubblica.

A differenza di tante altre realtà, Borutta, è completamente autosufficiente e non ha bisogno di comprare energia da altri comuni o dalla rete elettrica nazionale.

La comunità energetica è diventata una realtà grazie al piano d’azione per l’energia sostenibile (Paes), adottato nel lontano 2012, ma è diventata operativa dall’agosto 2020, da quando cioè è stato convertito in legge il decreto milleproroghe che ha “riconosciuto dignità giuridica alle comunità energetiche e fissate le regole per il suo funzionamento”.

Un argine allo spopolamento

Le comunità energetiche, l’ecobonus, il telelavoro possono essere un efficace “antidoto” contro lo “spopolamento” dei piccoli centri, sparsi lungo tutto lo stivale. Un fenomeno ancora in crescita, data la sempre più  attrattività dei centri urbani di grosse dimensioni come Cagliari, Torino, Roma che possiedono i servizi di cui hanno bisogno i cittadini.

Le altre comunità energetiche in Sardegna

Dopo i comuni di Benetutti, Berchidda e Borutta di cui abbiamo parlato, anche Villanovaforru e Ussaramanna, nella provincia del SUD SARDEGNA, si sono messi in moto per dar vita a due nuove comunità energetiche, che consentano a cittadini, PMI e Enti locali, di aggregarsi per produrre insieme e condividere energia rinnovabile, e contribuire così alla riduzione della Co2, responsabile della crisi climatica in atto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui