Aumenta la temperatura e cala il fatturato
Close - up shot of Executives are checking the company's revenue graphs.

Gli effetti del cambiamento climatico sulla nostra economia

Le conseguenze della nostra incapacità di contenere l’innalzamento della temperatura globale si sono fatte negli ultimi anni sempre più evidenti, tanto che l’Unione Europea ha da poco deciso di aggiornare la propria strategia di adattamento ai cambiamenti climatici, nella prospettiva di dare vita a società che non solo portino avanti una crescita in nome della sostenibilità, ma che siano anche capaci di essere resilienti di fronte ad effetti che sono ormai inevitabili.

Il prezzo da pagare soprattutto per il forte aumento di eventi meteorologici e disastri ambientali sempre più frequenti e violenti non riguarda soltanto il Pianeta, ma anche le nostre economie, sulle quali questi effetti stanno pesando notevolmente.

Uno studio appena concluso dal Politecnico di Milano, che all’interno della sua School of Management ha creato l’Osservatorio Climate Finance, ci offre in particolare un quadro di quanto questi eventi abbiano inciso sull’economia italiana nel decennio che va dal 2009 al 2018 e l’immagine che emerge è a dir poco sconfortante.

In Italia persi 133 miliardi di euro

Prendendo in esame un campione di 1.154.000 imprese italiane, lo studio ha messo a confronto i dati economico-finanziari con quelli meteorologici relativi a temperatura, piovosità e irraggiamento solare e ha mostrato come nel solo 2018 – anno certamente molto caldo, ma meno caldo del 2020 – le nostre imprese abbiano registrato mancati ricavi pari a 133 miliardi di euro.

In sostanza l’aumento di “un solo” grado di temperatura (questo è quanto si registra nel nostro Paese) è costato mediamente alle aziende nostrane il 5,8% del fatturato e il 3,4% di marginalità.

Ad averci rimesso di più, come spesso accade, sono state le piccole aziende, impossibilitate a fare economicamente fronte ai problemi causati da avvenimenti disastrosi come un’alluvione – che può arrivare a costare alle aziende delle aree colpite fino al 4% del fatturato – o un incendio, che da solo è in grado di distruggere fino all1,9% di valore degli attivi di bilancio.

Una sfida per le economie mondiali

La gestione delle conseguenze del cambiamento climatico e le strategie di mitigazione rappresentano la maggiore sfida che le economie mondiali dovranno affrontare nel corso dei prossimi anni” ha dichiarato il Direttore dell’Osservatorio Climate Finance, Roberto Bianchini.

Una questione, dunque, che investe ogni aspetto delle nostre vite e che non è e non può essere considerata appannaggio di attivisti del mondo ambientalista se vogliamo veramente riuscire a conciliare crescita economica e sostenibilità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui