I Verdi tedeschi puntano al

I Verdi tedeschi corrono verso il Cancellierato

I Verdi tedeschi hanno scelto per la prima volta un candidato alla Cancelleria e si tratta di una donna di 40 anni: Annalena Baerbock. Le prossime elezioni parlamentari del 26 settembre potrebbero portare i Verdi alla guida del governo. Alle ultime elezioni politiche i Grünen avevano ottenuto l`8,9% dei consensi, un risultato non troppo soddisfacente per un partito che già dagli anni `80 si è dimostrato radicato e competitivo, raggiungendo e superando anche il 12%. Alle elezioni europee del 2019 ha toccato il 20,5% divenendo in modo stabile, secondo tutti i sondaggi, il secondo partito tedesco dopo la CDU dell`attuale cancelliera Angela Merkel. Secondo i sondaggi dell`ultima settimana, rilevati dagli istituti demoscopici Forsa e Kantar, il primo partito tedesco sarebbero proprio i Verdi che raggiungerebbero addirittura la soglia storica del 28% a livello nazionale, con una CDU-CSU (il blocco conservatore) ai minimi storici. Un`onda che si registra anche nei dati degli iscritti ai Verdi che secondo Michael Kellner, capo organizzativo dei Grünen “rappresenta un record assoluto nella storia del nostro partito”: in solo una settimana le richieste d`iscrizione hanno toccato le 2159 unità.

Ora che i Verdi puntano concretamente a vincere le elezioni come partito di punta della sinistra tedesca, possono permettersi di presentare una candidata determinata a portare nell`agenda politica tedesca ed europea i temi del cambiamento climatico e della ristrutturazione ecologica della società. Dal 2005 Frau Merkel regge il timone della Germania, l`economia certamente più forte dell`Unione europea, un paese che può permettersi di innovare, vista la crescente sensibilità ecologica che è diffusa tra i suoi cittadini.

Annalena Baerbock: “Un nuovo inizio”

Il 19 aprile Baerbock, in occasione della sua nomina a candidata ufficiale dei Verdi al cancellierato, ha dichiarato: “Sono profondamente convinta che questo Paese ha bisogno di un nuovo inizio”. L`occasione per il partito verde tedesco è storica: la cancelliera uscente è in una fase discendente di consensi, data anche dalle difficoltà di gestione della pandemia, ma a fare da ostacolo ai cristiano-democratici della CDU è sicuramente la voglia di cambiamento che ormai circola tra gli elettori.

Anche se Frau Merkel nell`estate del 2015 ha saputo dare con il suo “Wir schaffen das” (Possiamo farcela) un segnale di apertura al milione di profughi che fuggivano dalla guerra in Siria, accogliendoli in Germania con generosità, lungimiranza e sensibilità, purtroppo attorno a lei, nel suo stesso partito non tutti hanno condiviso le sue scelte in materia di politica estera. Con questo episodio si è potuto constatare come una donna come la Merkel ai vertici della politica ha rappresentato in alcune occasioni una visione del mondo più aperta rispetto a quella che avrebbe potuto avere un uomo. Dare rappresentanza e spazio alle donne in politica è una scommessa che può rivelarsi vincente.

Quali cambiamenti all’orizzonte?

Cambiare invece che promettere, è arrivato il momento giusto per guidare un governo che segua questo principio. Sono qui per il rinnovamento, sono altri che vorrebbero mantenere lo status quo” afferma ancora la Baerbock, la quale ha la possibilità di cambiare davvero la storia nazionale e non solo, viste le ripercussioni politiche che potrebbero avvenire se una cancelliera verde per la prima volta nella storia guidasse il più popoloso paese europeo. I Verdi tedeschi hanno già governato insieme ai socialdemocratici della SPD dal 1998 al 2005 e hanno dato un contributo fondamentale nel mostrare come una forza politica ecologista possa governare con pragmatismo e coerenza, riuscendo a introdurre nel dibattito un nuovo modo di intendere la società, cioè che sia inclusiva, aperta e innovativa, inoltre rispettosa delle generazioni che verranno. Quindi governare non solo per l`adesso ma per il futuro.

Spetta ora di vedere se anche in Italia si saprà prendere spunto dal dinamismo e dalla partecipazione degli iscritti che caratterizzano l`attività quotidiana dei circoli locali dei Grünen, per avviare un serio radicamento nel territorio di un partito verde capace di innovarsi e di formare una classe politica competitiva ed inclusiva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui